Sede Territoriale - Viterbo

 

 

 

Sede di Viterbo:

Via della Mazzetta, 7b

01100 Viterbo

Fiduciario: M. Luisa Sparaci

Tel. 0761 325255

Fax 0761 324505

 

 

 

La partecipazione alle varie attività dell'ALATEL consente all'Associazione, in relazione alle finalità statutarie, la possibilità di pubblicare sui giornali di informazione e sul web nomi, foto e filmati dei Soci e comunque di qualunque altro partecipante.

 

 


 

 

SUTRI – Mostra su Mitra

A Sutri (Viterbo) è aperta sino a 13 maggio 2018 presso Villa Savorelli (Via Cassia n° 50) una interessante Mostra dal titolo “Sutri, Vulci e i misteri di Mitra”; l’esposizione, organizzata dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Roma, provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale e dal comune di Sutri, presenta il culto di Mitra, divinità cosmica di origine etrusca che proprio nella cittadina ha una significativa testimonianza nel suggestivo  luogo di culto ricavato all’interno della necropoli rupestre lungo la via Cassia; Il Mitreo di Sutri, infatti, per la sua posizione e struttura, evoca infatti antichi riti, i banchetti sacri e le cerimonie iniziatiche degli adepti alla religione misterica

 

 


 

 

 

 

  VITERBO – La Macchina di S.Rosa

 

La Macchina di Santa Rosa è diventata patrimonio dell'Umanità. Tale riconoscimento è stato deciso dal Comitato dell’UNESCO riunitosi a Baku (Azerbaigian) – Presenti per la città Laziale vi erano il Sindaco Leonardo Michelini e il presidente del Sodalizio dei Facchini Massimo Mecarini. Questo il primo commento a caldo: “ Un riconoscimento che conferma la particolarità dell’evento del 3 settembre. Il trasporto della Macchina di S. Rosa non potrà più essere considerato una manifestazione a connotazione localistica. La sua singolarità e le sue suggestioni, spettacolari ma soprattutto espressione di fede, sono ora tutelate come patrimonio mondiale”.

 

 


 

ETA’ DEL BRONZO

 

Un grande villaggio con strutture monumentali risalenti all'età del bronzo, tra il 1200 e il 950 avanti Cristo, sta venendo alla luce da una serie di scavi a Soriano nel Cimino, in una foresta di faggi secolari, nel punto più alto di tutta la Tuscia, a 1043 metri. E’ stata annunciata la creazione di un polo didattico-espositivo per rendere a tutti fruibili i reperti archeologici.

 


 

 

NUOVA TOMBA SCOPERTA A VULCI 

 

E' stata scoperta una nuova tomba nel complesso monumentale della necropoli dell'Osteria nel parco di Vulci; è stato rinvenuto il corredo di un defunto risalente alla fine del VII secolo avanti Cristo. Si tratta di una tomba femminile: al suo interno otto vasetti, una fibula in ferro, un bucchero etrusco corinzio. A riprendere l'evento, sul posto – gli scavi sono ancora in corso - sono presenti le telecamere di Superquark che stanno documentando in questi giorni le straordinarie bellezze del Parco di Vulci.

 

 

Ultime Novità

Pitigliano

Pitigliano

13/04/2018

Borgo antico della Toscana, situato su uno sperone di tufo. Il caratteristico centro storico è noto come la piccola Gerusalemme[,...

Continua...
Teatro di primavera

Teatro di primavera

21/04/2018

Un potente ed emozionante lavoro attraverso un viaggio intenso e pieno di energia accompagna gli spettatori nella Napoli più storica...

Continua...
Albania

Albania

24/04/2018

Dal 24 al 30 aprile Un tour interessante che tocca i principali siti albanesi patrimonio dell’UNESCO Tirana-  Kruja –...

Continua...

Copyright © 2010/2011 "Alatel Lazio Roma". Tutti i diritti riservati. P.I. 96293680581


Website designed by Skywave.it